la biblioteca delle fonti storico-artistiche
linee non attive frequenze non attive
Armenini, Giovanni Battista Precetti della pittura

Armenini, Giovanni Battista
De' veri precetti della pittura

Che l'invenzioni non si debbono cominciare a caso, ma con maturo discorso

  p. 2530

Come la maggior impresa del pittore sia l'istoria

  p. 2539

Della distinzione e convenienza delle pitture secondo i luoghi e le qualità delle persone

  p. 2547

Con quanta industria si devono dipingere i tempii

  p. 2549

Delle difficultà delle tribune

  p. 2551

Con quali avertimenti si dipingono le volte

  p. 2558

Del modo del dipingere le capelle

  p. 2564

Con quali pitture gli antichi ornavano le loro librarie

  p. 2567

Come gli antichi dipingevano i refettorii e le celle de' religiosi e delle monache

  p. 2571

Che le pitture de' palazzi si dovrebbono dare alle persone eccellenti

  p. 2574

Che delle loggie si imitano le pitture secondo ch'è il luogo ov'elle sono fabricate

  p. 2581

Della granzezza degli ornamenti che i buoni antichi usarono nelle facciate delle loro camere

  p. 2587

Delle pitture che si fanno per i giardini e le case di villa

  p. 2594

Che materie di pitture si devono fare nelle muraglie di fuori delle chiese

  p. 2598

 



© 2006 Signum - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by TReSy © 2000 | 2001 CRIBeCu - Scuola Normale Superiore di Pisa